REGALI'

Senza dilungarci sull’efficacia di regalare libri (si sa che fa benissimo alla salute di chi dona e di chi riceve), ecco il nostro elenco (che sarà man mano aggiornato) per arricchire la Biblioteca Scuolibrì. Ci date una mano, anzi... un libro?
Il vostro dono, magari con dedica scritta all’interno, farà felici i nostri ragazzi.
Grazie!

sabato 9 marzo 2019

LA SAVINI PREMIATA AL CONCORSO "ESTER PASQUALONI"



 
Ieri, al Kursaal di Giulianova, durante la premiazione della II edizione del concorso "Ester Pasqualoni" dal titolo "Il cuore non dimentica", una menzione speciale è stata consegnata agli studenti della classe II C della Scuola Secondaria “F.Savini” e, precisamente, a Matilde Broccolini, Costanza D’Ignazio, Greta Gaspari ed Isabel Panichi. Le alunne sono state premiate per la lettera intitolata “Piccolo Uomo” con la seguente motivazione della giuria:
“Piccolo uomo”: comincia così la lettera che la giovane Vittoria scrive al padre omicida, a colui che a causa della furia cieca e volontà crudele ha tolto la vita a una giovane e bella mamma, descritta dagli autori come “donna magnifica, fantastica, forte”. Con un calibrato climax ascendente, le parole, con stile asciutto e ritmo ben cadenzato, si susseguono nel testo per denunciare la follia di un padre che mai più farà parte della vita di una figlia che esprime tutta la sua amarezza per essere stata condannata “a non avere una famiglia”. La lettera, che in alcuni dettagli allude chiaramente alla storia della giovane Melania Rea, può considerarsi manifesto di tutte le voci innocenti che, messe al mondo per vivere una vita serena e libera da ogni forma di violenza, si ritrovano a fare esperienza diretta della parola “femminicidio”. La protagonista del testo denuncia con forza l’ingiustizia subita ma sogna anche, con grande coraggio, il “futuro gioioso” che sarà ancora possibile costruire lontano dalla malvagità umana.”




domenica 20 gennaio 2019

PER "VEDIAMOCI A SCUOLA"

 VENT’ANNI SENZA FABER


Si sa che la gente dà buoni consigli
Sentendosi come Gesù nel tempio
Si sa che la gente dà buoni consigli
Se non può più dare cattivo esempio”.
Leggendo queste righe a chi pensate immediatamente? Proprio a lui.  A Faber, come lo chiamavano i suoi amici e i fans,  in pausa nostalgica da vent’anni. La morte colse Fabrizio De Andrè troppo presto perché ci potessimo stancare di lui. Non sarebbe stato possibile, in ogni caso.  Chissà con quali altre storie musicate ci  avrebbe sorpresi a cantare in coro da qualche parte in un concerto?  
Per i ragazzi della Savini  (e per moltissimi coetanei)  un tale poeta con la chitarra è stata una novità, per altri un sentito a casa, comunque un avvicinamento complesso.
Ci proviamo, in un nostro
  consueto pomeriggio letterario-musicale (giovedì 24 gennaio - ore 16.00 - Aula Musica),  a restituire, a modo nostro,  parole e suoni a De Andrè. E se il risultato rimarrà, per ora, ai margini leggeri di una giovanissima scoperta, è possibile che preannunci una curiosa spinta ad approfondire i pensieri di un uomo che sapeva raccontare la vita degli ultimi come se fossero i primi.
Vi aspettiamo, ne vale la pena. 
                                                                                         TiM





venerdì 23 novembre 2018


CLASSICAMENTE DI NUOVO QUI





Ricominciano i pomeriggi letterari a scuola. E per l’esordio annuale riscopriamo alcuni libri cosiddetti “classici”. Quelli che Calvino definiva “una ricchezza per chi li ha letti e amati; ma anche una ricchezza non minore per chi si riserba la fortuna di leggerli per la prima volta nelle condizioni migliori per gustarli”.
Protagonisti del primo rendez-vous di quest’anno per “Vediamoci a scuola - letture, musiche e per segnalibro un...dolcetto” gli alunni della Prima C Secondaria Savini. 
Abbiamo chiamato l’incontro “Classicamente contemporaneo” e una ragione c’è, forse più d’una.
I libri che molti di noi (forse tutti?) hanno letto in età verdissima contengono, a ben leggere o rileggere, tanta modernità. I ragazzi della Prima C l’hanno cercata (la contemporaneità) tra le pagine di Piccole Donne, Il mago di Oz, Il Piccolo Principe, I Ragazzi della Via Pal, Il Giro del Mondo in Ottanta Giorni, e l’hanno trovata. Eccome.
La racconteranno a quanti (moltissimi, come sempre) verranno a scuola giovedì 29 novembre, ore 16.30, Aula Musica, sede centrale. Ma non saranno soli davanti al pubblico. Come sempre, alle parole degli scrittori si uniranno i pentagrammi dei musicisti. Così, alcuni alunni della Seconda sez. F
 Savini sosterranno i lettori con pezzi del repertorio classico tematicamente vicini anch’essi ai nostri giorni,  mentre il  neo-coro della Secondaria (diretto dalla prof.ssa Anna Maria Di Francesco) concluderà il pomeriggio. 
Ce n’è abbastanza per trascorrere un paio d'ore in "leggera profondità",  non credete?
Vi aspettiamo.
                                                                                      TiM


martedì 30 ottobre 2018

                                                            IO LEGGO PERCHE'

Non avevamo dubbi,  fantastici e generosi i nostri amici, vecchi e nuovi. La settimana in libreria è stata un'esperienza entusiasmante in tutti i sensi. I ragazzi si sono confrontati con gli adulti-donatori, gli adulti-donatori hanno ritrovato negli occhi dei ragazzi il tempo passato tra i banchi. A unirli l'acquisto di un libro per la nostra biblioteca. Pensiamo che tutti si siano arricchiti. Non può essere altrimenti quando si impacchetta un insieme di fogli chiusi da una copertina, con la promessa di aprirlo al più presto, pregustando l'odore di pagine intonse.
Grazie amici della nostra scuola, grazie genitori sensibilissimi, grazie insegnanti donatori/collaboratori, grazie passanti che per una volta avete lasciato la fretta e scelto il passo dentro una libreria sospinti lievemente da ragazzi. Non sapete quanto avete fatto felici gli alunni, quanta voglia di leggere avete aumentato nelle classi, quanta soddisfazione nei docenti. 

Alla prossima manifestazione, sicuri che ci sarete. Ancora una volta.
E buona lettura. Sempre.
                                                                                TiM

mercoledì 24 ottobre 2018

#ioleggoperché VEDIAMOCI IN LIBRERIA

È stato un pomeriggio bellissimo quello trascorso ieri presso la libreria "Tempo libero" di corso Cerulli. 
Noi ragazzi della scuola Savini ci siamo proposti come promotori dell'iniziativa #IOLEGGOPERCHÉ  e abbiamo invitato le persone, che si trovavano a  passare, ad acquistare un libro per la nostra biblioteca. 
Quello che ci è piaciuto di più è stato constatare come tanti, che non conoscevano il progetto, si sono dimostrati entusiasti: chi ha ricordato, con un po' di nostalgia, i tempi in cui frequentava la Savini e ci ha voluto regalare un classico per ragazzi letto alla nostra età, chi ci ha voluto raccontare perché la lettura è importante per lui, chi ancora ci ha invitato a "leggere per davvero perché più leggi e più hai voglia di farlo". Insomma, ognuna delle persone che abbiamo incontrato ha donato un libro alla nostra scuola ma, cosa ancora più importante, ci ha fatto capire che sente e vive la lettura come un bene prezioso. E questo ci è sembrato il regalo più importante!
Per tutti quelli che ieri non hanno avuto modo di passare in libreria ricordiamo che #IOLEGGOPERCHÉ  ci sarà fino a sabato 27 ottobre. 
Anche questo pomeriggio, e per tutti i pomeriggi a seguire, noi vi aspettiamo!
Così potremo, anche con voi, parlare di libri!





Gli alunni della Savini

domenica 21 ottobre 2018

Una settimana per stare in nostra compagnia presso  "Tempo libero", la libreria di Corso Cerulli a Teramo con la quale il nostro Istituto è gemellato per quest'iniziativa a carattere nazionale.
Cosa vi chiediamo? Di passeggiare, camminare, magari correre in libreria e acquistare uno dei libri che abbiamo segnalato per far crescere Scuolibrì, la biblioteca della scuola che già conoscete. 
I ragazzi faranno, in questa settimana, da "buttadentro" (in senso buono, naturalmente). Diciamo che cercheranno di convincervi a farci un dono di carta. Grazie se aderirete. Vi aspettiamo a braccia aperte. Riempitele. (Si fa per dire).
                                                                 TiM

martedì 9 ottobre 2018



                                 CONSIGLI PER  LETTURE CRESCIUTE





«Non è un romanzo da leggere in fretta, perché ogni sua frase è una delizia».
Doris Lessing scrisse così di questo libro di Marilynne Robinson.
Da leggere e rileggere se siete adulti amanti dell’ottima scrittura.
Non racconterò la trama per non banalizzare in poche righe la creatività sensibilissima dell’autrice, ma lo consiglio caldamente, perché non c’è pagina incompiuta o appena meno all’altezza del costrutto generale.
Riparliamone, poi, ditemi la vostra se avrete gradito o magari avevate già letto (tizziblog@gmail.com).
                                                                                        TiM